Ultima modifica: 3 febbraio 2019

Repubblica e Le Scienze: Alunni della VA del plesso di Via della Stazione di Prima Porta in redazione per creare un videogioco

01/02/2019

Il coding entra a Repubblica, grazie a CoderDojo Roma SPQR, l’associazione MindSharing.tech e la classe VA dell’I. C. Via Baccano di Roma, plesso Via della Stazione di Prima Porta, accompagnata dalle Docenti Maioli Elvira e Regis Laura, Animatore Digitale dell’Istituto Comprensivo. 

Nella sede del giornale, gli alunni si sono divertiti con Scratch, il linguaggio visivo di programmazione inventato al Mit di Boston e del quale abbiamo parlato su RLab.

 Lezione a Repubblica: gli alunni programmano un videogioco

Ecco il racconto della loro giornata, in occasione della presentazione di “Coding”, la nuova collana di RLab-Repubblica e Le Scienze dedicata ai più giovani (in edicola dal primo febbraio a 9,90 euro più il prezzo del giornale).

 

 

Il saper programmare un software per computer o una app per smartphone non è solo l’equivalente di conoscere una lingua straniera. Significa anche apprendere un metodo diverso di imparare. Soprattutto se lo si fa divertendosi. 

Per questo RLab di Repubblica e Le Scienze propongono una collana rivolta ai più giovani. Partendo proprio da Scratch 3.0, uno dei linguaggi più semplici dove i vari comandi sono stati sostituiti da icone che si possono combinare fra loro formando software e videogame. E da App Inventor con cui creare app per lo smartphone.

In occasione della pubblicazione del primo volume dedicato alla creazione di videogiochi (in edicola dal primo febbraio con Le Scienze e Repubblica al costo di euro 9,90, oltre al prezzo del giornale), gli alunni dell’Istituto Baccano hanno lavorato ad un gioco sotto la guida di Aldo Pergjergji e del team MindSharing.techaderenti al movimento no profit internazionale CoderDojo tramite l’iniziativa CoderDojo Roma SPQR nato per avvicinare i bambini all’informatica.

 

Il coding: “Un linguaggio che apre la mente”