didattica scuola infanzia
didattica scuola infanzia
didattica scuola infanzia

Il “Patto Educativo di Corresponsabilità” - secondo quanto previsto dall’art. 3 del D.P.R. 235/2007 - sancisce l’alleanza educativa che viene stipulata tra scuola e famiglia per il raggiungimento di un obiettivo comune: la formazione delle nuove generazioni.

Non si tratta di una semplice collaborazione, ma di una profonda condivisione dei valori che caratterizzano la convivenza civile e democratica. Dunque, non rapporti da stringere solo in momenti critici, ma relazioni costanti che riconoscano i reciproci ruoli e che si supportino vicendevolmente nelle comuni finalità educative.

La scuola assume il ruolo di luogo di crescita civile e culturale per una piena valorizzazione della persona, rafforzando l’esistenza di una comunità educante in cui docenti e genitori, vengano coinvolti in un’alleanza educativa che contribuisca ad individuare non solo contenuti e competenze da acquisire ma anche obiettivi e valori da trasmettere per costruire insieme identità, appartenenza, e responsabilità.

Si stipula con la famiglia dell’alunno il seguente Patto Educativo di Corresponsabilità con il quale:

LA SCUOLA SI IMPEGNA A: LA FAMIGLIA SI IMPEGNA A: LO STUDENTE SI IMPEGNA A:
Proporre un’Offerta Formativa attenta ai bisogni degli studenti, delle famiglie e del territorio. Favorire il successo formativo e l’inclusione di ciascuno studente, promuovendo accoglienza, dialogo, continuità e orientamento formativo Conoscere il POF. Sostenere e motivare i propri figli perché possano esprimere nel miglior modo possibile le loro potenzialità. Conoscere, rispettare e far rispettare ai propri figli il Regolamento di Istituto. Partecipare attivamente e costantemente alle iniziative proposte dalla Scuola. Rispettare i compagni, i docenti e il personale non docente.
LA SCUOLA SI IMPEGNA A: LA FAMIGLIA SI IMPEGNA A: LO STUDENTE SI IMPEGNA A:
Illustrare, rispettare e far rispettare il Regolamento d’Istituto. Realizzare percorsi didattici capaci di motivare gli studenti allo studio e di favorire i loro processi di apprendimento, prevedendo attività di recupero e potenziamento. Partecipare agli incontri scuola-famiglia, formulando proposte costruttive. Sostenere e aiutare la comunità scolastica nella realizzazione di attività e progetti. Instaurare con i docenti e con tutto il personale scolastico rapporti ispirati al rispetto, all’ascolto e al confronto nello spirito della ricerca di soluzioni condivise per risolvere eventuali difficoltà. Contribuire a creare un clima di ascolto e collaborazione, rispettando diversità personali e culturali e rifuggendo da comportamenti offensivi, canzonatori e/o violenti. Conoscere e rispettare il Regolamento d’Istituto.
Distribuire e calibrare i compiti a casa in un arco di tempo ragionevole, avendo cura di assicurare un raccordo tra i docenti del Team/ Consiglio di Classe. >Verificare l’esecuzione dei compiti, provvedendo alla correzione degli stessi e a fornire spiegazioni agli studenti che mostrano di aver avuto difficoltà ad eseguirli. Sostenere i figli per organizzare lo studio quotidiano, controllando che i compiti siano stati eseguiti in modo completo. >Evitare di sostituirsi ai figli nella esecuzione dei compiti o di fare in loro presenza apprezzamenti sulla quantità o difficoltà dei compiti stessi. Qualora necessario esprimere il proprio punto di vista nelle sedi opportune. Essere puntali alle lezioni e frequentarle con regolarità. Prendere sempre nota sul diario dei compiti assegnati, avendo cura di svolgerli nei tempi previsti dai docenti.
Definire collegialmente i criteri per la valutazione degli apprendimenti ed esplicitarli agli alunni. Comunicare con annotazione sul diario gli esiti delle interrogazioni e delle verifiche scritte e pratiche, riconsegnando queste ultime corrette agli studenti in tempi ragionevolmente brevi. Utilizzare le valutazioni dei docenti come occasioni per sviluppare con i propri figli un dialogo formativo che li induca ad avere sempre più consapevolezza delle loro possibilità e delle loro difficoltà. Controllare e firmare sul diario dello studente gli esiti delle interrogazione e della verifiche. Accettare le valutazioni dei docenti, chiedendo se necessario chiarimenti. Impegnarsi costantemente per migliorare il proprio rendimento.
Applicare le sanzioni disciplinari previste dal Regolamento d’Istituto, sottolineandone sempre il valore formativo. Far riflettere i propri figli sui provvedimenti disciplinari che la Scuola dovesse assumere. Mantenere un comportamento corretto e rispettoso delle regole  della convivenza civile e delle norme disciplinari del Regolamento d’Istituto. Utilizzare correttamente le strutture e le attrezzature senza arrecare danni al patrimonio della scuola. Collaborare a rendere accogliente l’ambiente scolastico e ad averne cura.